William Klinger - Germania e Fiume. La questione fiumana nella diplomazia tedesca (1921-1924)



William Klinger - Germania e Fiume. La questione fiumana nella diplomazia tedesca (1921-1924)
Il libro dello storico William Klinger è un'indagine originale, che affronta da una prospettiva inconsueta un periodo complesso del passato della città di Fiume e della diplomazia mondiale – nella fattispecie delle relazioni adriatiche italo-jugoslave –, tra il 1918 e il 1924, che, all'indomani della Grande Guerra, vide esplodere la “questione di Fiume”, fu teatro dell'impresa di D'Annunzio, sperimentò un (mancato) Stato libero, un “golpe” fascista, l'annessione al Regno sabaudo. La bibliografia sull'argomento è davvero copiosa. L'unicità della monografia di Klinger sta nel fatto che tratta la materia da un punto di vista finora trascurato: la diplomazia della Repubblica di Weimar. L'Autore ha potuto esaminare importanti documenti recuperati alla fine della Seconda guerra mondiale in una miniera di salgemma a Berchtesgaden, che ha tradotto e proposto in appendice. Il materiale riguarda l'attività del consolato tedesco a Fiume nel triennio 1921-1924, guidato da un commerciante triestino, di nazionalità e cittadinanza tedesche, Carl Hoffmann, presente in città da un paio di generazioni e titolare di una società per il commercio di prodotti coloniali e di olii eterei, con un magazzino in Punto Franco e un mulino per la macinatura delle spezie e quindi dotato di un'ampia rete di amicizie e di relazioni. Per certi versi, un uomo misterioso di cui si sa veramente poco e non si conosce nemmeno una sua fotografia.
Oggi ho appreso con profonda tristezza della tragica e prematura scomparsa di questo Autore, che questi pdf li aveva resi disponibili anche gratuitamente sul web. Desidero onorarne la memoria facendovi apprezzare queste sue pregevoli opere. Per l'attività di condivisione io non ritiro alcun compenso. Prego chi riposterà questi libri di devolvere il relativo eventuale compenso in beneficenza. Grazie.